artista pittore

il tuo posto è un trono disadorno senza strascico di gradini

La pittura di Picenni è un filo sospeso fra il sogno e l'evocazione, talvolta persino musicale o letteraria: strisce lucenti, forme inventate, sagome quasi siderali, creano una realtà inedita oltre la tela, a fianco della realtà stessa che viviamo. La sua adesione e fedeltà alla pittura è totale e completa. Le opere sono contrassegnate da un anelito lirico e da un fortissimo impatto visivo: sapientemente ed elegantemente composte, sono sempre legate alla potenza. Le sue sono tele che si presentano come scenari imprevisti ed ipnotici, quasi visioni di un sogno confuso che non si può dimenticare col risveglio. Ha esposto in numerosi musei come la Casa del Mantegna a Mantova, il museo di Villa Pisani Astra, il Museo Mastroianni a Roma e la Gam di Cesena.

Leonardo Conti